Misurare la reputazione online: i KPI che contano

La reputazione online di un’azienda può fare la differenza tra il suo successo e il suo fallimento. Ogni interazione, recensione o menzione online può influenzare la percezione pubblica del tuo brand. Misurare e monitorare la reputazione online non è solo una buona pratica, ma una necessità per qualsiasi azienda che desideri prosperare in un mercato competitivo.

Cos’è la reputazione online?

La reputazione online si riferisce alla percezione pubblica del tuo brand, basata sulle informazioni disponibili su Internet. Questa percezione può essere influenzata da vari fattori, tra cui recensioni dei clienti, articoli, post sui social media e discussioni sui forum.

L’impatto della reputazione online sul business è significativo. Una buona brand reputation può portare a un aumento delle vendite, fidelizzare i clienti e attrarne di nuovi. Al contrario, una cattiva reputazione può danneggiare la tua immagine, allontanare i clienti e, in ultima analisi, influenzare negativamente il fatturato.

Perché misurare la reputazione online?

Monitorare la reputazione online offre numerosi vantaggi, perché permette di identificare i problemi in anticipo e non farsi cogliere alla sprovvista. Quando si iniziano a ricevere sempre gli stessi commenti negativi, o diverse recensioni negative, bisogna analizzarli per capire cosa ci sia che non va, così da preparare interventi mirati.

Ma i feedback servono anche a migliorare la tua offerta, capire cosa vuole davvero il tuo target e rispondere alle sue esigenze. Puoi avere il miglior prodotto/servizio sul mercato, ma se alle persone non interessa, non lo venderai.

Il customer care è altrettanto importante, perché ti permette di raccogliere direttamente il feedback dei clienti e di intervenire istantaneamente. Avere dati concreti sulla tua reputazione online, ti aiuta a prendere decisioni informate, che sono alla base dei business che crescono e prosperano nel tempo. Infine, è vero che non ci si dovrebbe mai paragonare agli altri, ma nel marketing sì! Analizza la reputazione dei tuoi competitor per capire qual è il tuo reale posizionamento sul mercato.

Le conseguenze di una cattiva reputazione online possono essere gravi e portare a una perdita di clienti, a una conseguente diminuzione delle vendite e a danni duraturi all’immagine del brand.

KPI principali per la reputazione online

Quali sono i key product indicator da tenere sottocchio quando si parla di brand reputation online? Alcuni sono qualitativi, altri quantitativi. È importante sapere quale sia il sentimento generale del pubblico nei confronti del tuo brand, per capire quali sentimenti suscita. Di conseguenza il volume delle menzioni che riceve, sia positive che negative, è un altro indicatore che va monitorato. Poi ci sono le interazioni tra il pubblico e i contenuti che condividi sui tuoi canali: post social, articoli del blog, schede prodotto. Quanto interagiscono le persone con quello che fai online? Quanto interesse riesci a suscitare? Cosa devi fare per tenere tutto sotto controllo?

Sentiment analysis

La sentiment analysis è una tecnica utilizzata per determinare il tono emotivo dei contenuti online riguardanti il tuo brand. Analizza testi provenienti da recensioni, post sui social media e articoli di notizie per identificare se il sentiment è positivo, negativo o neutro.

Comprendere il sentiment generale ti aiuta a valutare come i clienti percepiscono il tuo brand e a identificare le aree di miglioramento. Esistono vari strumenti che possono aiutarti in questa analisi, come: Brandwatch, Hootsuite e Sprout Social.

Volume delle menzioni

Il volume delle menzioni si riferisce al numero di volte che il tuo brand viene menzionato online in un determinato periodo. Misurare il volume delle menzioni ti dà un’idea di quanto si parla del tuo brand. Strumenti come Google Alerts e Mention possono essere utili.

Un alto volume di menzioni può indicare una forte presenza online, ma è importante analizzare anche il sentiment di queste menzioni. Quelle positive gioveranno alla tua azienda, ma quelle negative rischiano di affossarla.

Engagement

L’engagement si riferisce all’interazione del pubblico con i tuoi contenuti online, inclusi like, commenti, condivisioni e clic. È un indicatore della capacità del tuo contenuto di coinvolgere e interessare il pubblico, per capire se ti stai muovendo bene dovresti monitorare il numero di commenti, condivisioni e il tasso di clic.

H3 Share of Voice

Lo share of voice misura la quota di conversazioni online che il tuo brand occupa rispetto ai competitor Ti dà la misura della visibilità del tuo brand rispetto alla concorrenza. Puoi usare strumenti come SEOZoom o SEMrush, che possono aiutarti a calcolare questa metrica.

Net Promoter Score (NPS)

Il Net Promoter Score è una metrica che misura la probabilità che i clienti raccomandino il tuo brand ad altri. Si basa su una semplice domanda: “Quanto è probabile che raccomanderesti questo prodotto/servizio a un amico o collega?”

Un NPS alto indica una buona reputazione e la fedeltà dei clienti, mentre un NPS basso suggerisce aree di miglioramento. Come scoprire qual è il tuo? Somministra un questionario ai tuoi clienti e chiedi esplicitamente se consiglierebbero a parenti e amici il tuo brand.

Suggerimenti per monitoraggio della brand reputation

Il monitoraggio richiede tempo e molta attenzione. Perché sia fatto nel migliore dei modi è meglio lavorarci in team, così che ci si possa dividere il lavoro e raccogliere più dati possibili.

Una best practice è quella di impostare degli alert per ricevere notifiche in tempo reale quando vengono fatte menzioni sul tuo blog.

I dati vanno raccolti e monitorati con costanza, per capire quale sia l’andamento dei tuoi KPI.

Strategie per migliorare la reputazione online

Ci sono diverse strategie che possono essere adottate per migliorare la propria reputazione online. Una buona strategia di digital marketing dovrebbe contenere delle linee guida anche per raggiungere questo obiettivo. Cosa dovresti fare secondo noi?

  1. Rispondi ai feedback: interagisci con i clienti rispondendo ai loro feedback, sia positivi che negativi;
  2. Crea contenuti di qualità: pubblica contenuti che risuonano con il tuo pubblico e che possono generare engagement positivo;
  3. Gestisci le crisi: avere un piano di gestione delle crisi per affrontare rapidamente e efficacemente eventuali situazioni negative.

Conclusioni

Misurare la reputazione online è essenziale per qualsiasi azienda che desideri mantenere e migliorare la propria immagine nel mercato. Utilizzando i KPI giusti e gli strumenti appropriati, puoi ottenere una visione chiara di come il tuo brand è percepito e prendere decisioni informate per migliorare continuamente la tua reputazione. Ricorda, la gestione della reputazione online è un processo continuo che richiede attenzione e adattabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto