Tag title e meta descrizione: cosa sono e come ottimizzarli

L’aspetto di un risultato di ricerca in una SERP è molto importante: le due parti essenziali sono il tag title, il titolo di pagina, e la meta description. La cura di questi due elementi è fondamentale per il successo di un contenuto e per avere delle buone performance in SERP.

Il tag title è un elemento HTML che definisce il titolo di una pagina web. Viene visualizzato nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca come l’intestazione cliccabile per un risultato Serve non solo a far capire ai motori di ricerca di cosa parla il contenuto, ma anche a fare una buona prima impressione agli utenti che navigano in rete. Un title ottimizzato dovrebbe riflettere accuratamente il contenuto della pagina, contenere la parola chiave principale per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca e rispondere all’intento di ricerca dell’utente.

La meta description, invece, fornisce un breve riassunto del contenuto di una pagina web. Non è un fattore diretto di posizionamento diretto, ma influenza i tassi di click-through. Una meta descrizione efficace offre ai potenziali visitatori un’idea del contenuto della pagina e del motivo per cui è rilevante per la loro ricerca. Come il title, anche la meta descrizione dovrebbe includere parole chiave pertinenti e dare un motivo valido all’utente per cliccare.

Insieme, il tag del titolo e la meta descrizione formano i primi punti di interazione tra un sito web e gli utenti. Giocano ruoli fondamentali nell’influenzare sia il comportamento di click-through degli utenti sia il modo in cui i motori di ricerca interpretano e classificano le pagine web. Andiamo a vedere perché ottimizzarli e come farlo al meglio

Perché ottimizzare il tag title e la meta description?

Ottimizzare tutti i tag title e le meta descrizioni del sito ci aiuta a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. Anche se la meta descrizione di per sé non è un fattore di ranking diretto, il tag title svolge un ruolo significativo nel modo in cui i motori di ricerca comprendono e indicizzano i contenuti. Per questo motivo è importante utilizzare la parola chiave principale al loro interno.

Il loro aspetto può influenzare il clic-through-rate, perché possono persuadere le persone a cliccare sul risultato. Il testo che li compone può fare davvero la differenza. Sul CTR, però, influisce anche la posizione del risultato in SERP. Lavorare sul miglioramento del CTR è importante, perché sul lungo periodo fa aumentare il traffico, l’autorità e il ranking del sito nel suo insieme.

Infine, titoli e meta descrizioni chiari e descrittivi aiutano gli utenti a comprendere rapidamente di cosa tratta la pagina e se corrisponde alla loro intenzione di ricerca. Questo allineamento tra il search intent e la rilevanza del contenuto riduce i tassi di rimbalzo e migliora l’engagement generale del sito. Ottimizzare questi elementi è semplice e l’effetto sarà quello di andare a contribuire al miglioramento della presenza online del brand.

Come ottimizzare i tag title

Ottimizzare i tag title implica un equilibrio tra l’utilizzo di parole chiave utili per la SEO e la creazione di titoli persuasivi per gli utenti. Per prima cosa bisogna cercare di utilizzare la keyword primaria all’inizio del title. In questo modo i crawler del motore di ricerca capiranno subito cos’hanno davanti. Perché funzioni deve essere compreso tra le 50 e le 60 battute, spazi compresi. Google non ragiona in termini di battute, ma di ingombro in pixel. Statisticamente si è visto che titoli compresi tra 50 e 60 battute non vengono tagliati e risultano leggibili.

Ogni pagina deve avere un titolo unico e caratterizzante, che rifletta accuratamente il suo contenuto, aiutando utenti e motori di ricerca a comprendere il focus della pagina. Includere il nome del brand nel titolo può essere vantaggioso, ma bisogna essere certi che non rovini la chiarezza e la rilevanza del titolo.

Come ottimizzare le meta description

Creare meta descrizioni efficaci richiede una miscela di conoscenze SEO e talento nella scrittura persuasiva. Se la keyword primaria dovrebbe essere usata nel titolo, nella meta descrizione si possono usare parole chiave secondarie. La meta descrizione dovrebbe essere uno “spot pubblicitario” per la pagina. Dovrebbe invogliare gli utenti a cliccare illustrando chiaramente cosa troveranno sulla tua pagina e come questa risponde alle loro esigenze o domande. Una buona meta description è composta da circa 150 caratteri, spazi compresi, per essere sicuri che non venga troncata nei risultati di ricerca.

Ogni pagina deve avere la sua meta description ed è importante che non ci siano duplicati, perché andrebbero a perdere di efficacia. Esattamente come per il title, è molto importante che le descrizioni siano uniche e originali. Inoltre, dovrebbe contenere una CTA, che porti la persona a voler leggere il contenuto. Tra le caratteristiche principali di questo testo c’è quella di dover riflettere accuratamente il contenuto della pagina. Descrizioni fuorvianti possono portare ad alti tassi di rimbalzo, perché gli utenti potrebbero lasciare la pagina se non soddisfa le loro aspettative.

Strumenti per ottimizzare i tag title e le meta description

Ci sono diversi strumenti che aiutnao nella creazione di title e descrizioni efficaci. I principali sono gli strumenti per l’analisi competitiva e la ricerca di keyword, che aiutano a trovare le parole chiave rilevanti per il contenuto, come SEOZoom o SEMRush.

Subito dopo ci sono i plug-in seo per WordPress, che permettono di ottimizzare l’aspetto dello snippet, il risultato di ricerca in SERP. I più diffusi sono Yoast SEO e Rank Math. Infine c’è la Google Search Console, che aiuta a comprendere e monitorare come i contenuti vengono cercati e trovati su Google.

È molto importante monitorare due dati riguardanti le pagine e gli articoli di un sito: la posizione media in SERP e il CTR. Contenuti posizionati bene ma con CTR basso, possono vedere un miglioramento nel numero dei clic intervenendo su Title e Meta description. Anche analizzare i risultati presenti in SERP e vedere cos’hanno fatto i competitor aiuta a migliorare l’aspetto degli snippet di un sito. Non si tratta di copiare, ma di capire cos funziona meglio in una determinata SERP e per un determinato target.

Conclusione

Ottimizzare i tag title e le meta description è fondamentale, ma spesso non viene dato peso a questi due elementi. Soprattutto per quanto riguarda le metadescription, capita spesso di trovarsi davanti a contenuti per cui non è stata inserita. In questi casi Google la genera prendendo pezzi dal contenuto che secondo lui descrivono la pagina. I risultati sono spesso pessimi. Questa mancanza di cura viene percepita dall’utente, che difficilmente avrà voglia di cliccare il risultato e leggere.

Title e description non solo influenzano il posizionamento del sito nei motori di ricerca ma giocano anche un ruolo significativo nell’attrarre e coinvolgere gli utenti. Bisogna crearli seguendo una strategia, che deve essere in linea con quella generale per il sito. In questo modo migliorerà la visibilità del sito web, aumenterà il traffico e sarà più facile raggiungere gli obiettivi di marketing aziendale.

Torna in alto